Sia gli investitori più giovani che quelli più anziani vedono la necessità di un’alternativa al fiat money, ma le generazioni sono diverse quando si tratta di ciò che dovrebbe essere quella valuta: bitcoin (BTC) o oro.

In primo piano nel contesto della crisi economica innescata da COVID-19

Secondo una nota degli strateghi del gigante dell’investment banking JPMorgan Chase & Co, citata da Bloomberg, le generazioni più anziane continuano a privilegiare i tradizionali paradisi sicuri come l’oro e le obbligazioni rispetto alle azioni, in quanto gli asset alternativi sono tornati in primo piano nel contesto della crisi economica innescata da COVID-19:

„Le coorti più anziane hanno continuato a impiegare la liquidità in eccesso nei fondi obbligazionari, il cui acquisto è rimasto forte sia a giugno che a luglio“, si legge nella nota.

Per i millenni, tuttavia, i fondi di scambio (ETF) e le azioni di società tecnologiche bitcoin-backed exchange-traded funds (ETF) sono rimasti investimenti popolari, ha scritto nella nota il gruppo di strateghi di JP Morgan guidato da Nikolaos Panigirtzoglou.

Analizzando i flussi di investimento sul mercato, gli strateghi hanno concluso che sia l’oro che gli ETF bitcoin hanno registrato forti afflussi negli ultimi cinque mesi, spinti in parte da un calo del valore del dollaro USA nello stesso periodo di tempo, ha detto il rapporto.

E mentre non esistono ancora ETF bitcoin-backed regolamentati quotati negli Stati Uniti, alcuni prodotti come il Grayscale Bitcoin Trust sono accessibili agli investitori attraverso il mercato pubblico over-the-counter (OTC), che non richiede la registrazione dei fondi presso la Securities and Exchange Commission.

Martedì scorso, il prezzo dell’oro ha raggiunto per la prima volta i 2.000 dollari all’oncia

Martedì scorso, il prezzo dell’oro ha raggiunto per la prima volta i 2.000 dollari all’oncia, mentre BTC è rimasto ben al di sotto del suo massimo storico di 20.000 dollari, scambiando a circa 11.200 dollari.

Bank of America stima che l’impatto del coronavirus e delle tensioni tra USA e Cina potrebbe spingere il prezzo dell’oro verso i 3.000 dollari l’oncia troy nei prossimi 18 mesi, come riportato ieri dal Financial Times.

La BTC è aumentata del 56% quest’anno, mentre l’oro è cresciuto del 34%.

Nel frattempo, Jim Reid, Research Strategist del gigante bancario tedesco Deutsche Bank, ha dichiarato il mese scorso che, nonostante sia ‚un bug dell’oro‘ a causa del futuro tetro del denaro fiat nel suo

„lavoro a lungo termine ho sempre trovato molte materie prime difficili da raccomandare su una base buy and hold come la maggior parte dell’inflazione sottoperformante nel lungo periodo“.